PROGRAMMA
MARTEDì 11 LUGLIO 2017
PORTO TURISTICO | ORE: 21.15
LUCA MANNUTZA QUARTET
"The Sorcerer - The music of Wayne Shorter"
Luca Mannutza Quartet
"The Sorcerer - The music of Wayne Shorter"


Luca Mannutza. pianoforte
Paolo Recchia. sax alto
Lorenzo Tucci. batteria
Daniele Sorrentino. contrabbasso
Rielaborare la musica di Wayne Shorter nell'aspetto ritmico è il motivo ispiratore del lavoro di arrangiamento e ricomposizione, reso dalla penna del leader pianista Luca Mannutza per questo progetto, nella cui esecuzione è accompagnato da Paolo Recchia al sax alto, Daniele Sorrentino al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria.

La fedeltà alle scritture originali di brani composti nel periodo tra il 1963 e il 1967, si unisce ad una tessitura di accompagnamenti polimetrici che risultano focalizzabili da diversi punti di vista, come in un'immagine Escheriana, in una sovrapposizione continua di metriche, spesso dispari, riemergendo di volta in volta nelle strutture o nelle scelte creative dei solisti. Pur nella complessità della musica eseguita, grazie alla completa padronanza degli arrangiamenti, i musicisti del progetto ne rendono semplice la fruizione.
PESCARA JAZZ MESSENGERS
NIAMUZIKO ORCHESTRA
Pescara Jazz Messengers. NiaMuziko Orchestra

Mattia Feliciani. sassofono, clarinetto basso
Michelangelo Brandimarte. basso
Claudia Pantalone. voce
Fabio D'Onofrio. pianoforte, tastiere, synth
Matteo DI Battista. chitarra
Luca Di Battista. batteria
Manuel Trabucco. sax alto, sax soprano
Jorge Rò. tromba, flicorno
Francesco Di Giulio. trombone
Giulia De Marco. violino
Valeria Vadini. violino
Violeta Stancu. viola
Manuela Tarantelli. violoncello
Una formazione di giovani musicisti abruzzesi, la cui peculiarità risiede nel proporre musica del tutto originale sfruttando le particolarità timbriche degli strumenti che compongono la piccola orchestra. Tra le fila dei musicisti troviamo un quartetto d'archi, una sezione fiati mista tra ottoni ed ance, sezione ritmica e voce. L’assenza di regole o schemi che portino la musica ad una etichetta di genere è una caratteristica fondante dell’orchestra: ogni brano è trattato in maniera del tutto originale spesso rompendo anche gli schemi più tradizionali regalando dei momenti del tutto inaspettati per l'ascoltatore. Largo spazio viene lasciato anche all'improvvisazione musicale, inserita sempre nel contesto come parte integrante dell'arrangiamento dei brani. Il nome viene dall'esperanto, lingua che aveva il nobile intento di superare le barriere di comunicazione tra i diversi popoli e letteralmente significa "Musica Nostra" Da qui si intende il significato profondo che questa realtà musicale vuole avere: creare una musica fresca, originale, carica di significato ma comunque fruibile per chiunque la ascolti senza attribuirle alcun genere, semplicemente considerandola musica dal mondo, musica per il mondo, musica per tutti. L'idea è del sassofonista/compositore Mattia Feliciani che decide di sperimentare una formazione più ampia rispetto a quelle con cui si è cimentato fin ora, con molti più colori musicali allargando le possibilità della scrittura e dell’arrangiamento. Da qui nasce l'incontro con il bassista/compositore Michelangelo Brandimarte che diventa subito parte attiva nella composizione di brani e organizzazione dell’orchestra, sono loro due a guidare il progetto Niamuziko. Da qui la collaborazione di tutti gli eccellenti musicisti che hanno sposato la causa apportando un enorme contributo:la cantante Claudia Pantalone, il pianista Fabio D'onforio, il chitarrista Matteo Di Battista ed il batterista Luca Di Battista; sono questi i musicisti che compongono la base e sezione ritmica di Niamuziko. Per quanto riguarda la sezione archi troviamo: Giulia De Marco e Valeria Vadini al violino, Violeta Stancu alla Viola e Manuela Tarantelli al violoncello. Infine la sezione fiati composta da Manuel Trabucco al sax Alto/Soprano, Jorge Ro alla Tromba/Flicorno,Francesco Di Giulio al Trombone e Mattia Feliciani al sax Tenore/ Clarinetto Basso. La formazione completa quindi prevede tredici musicisti che eseguiranno tutti brani assolutamente inediti arrangiati appositamente per la formazione regalando uno spettacolo di sincera originalità e mettendo tutta la propria passione e professionalità per regalare agli ascoltatori un viaggio dentro una musica che affonda le proprie radici da tutte le parti del mondo.

Main supporter
con il sostegno di