a


Don’t _miss

Wire Festival

 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam blandit hendrerit faucibus turpis dui.

<We_can_help/>

What are you looking for?

Informazioni

Il personaggio

Enrico Intra + Vijay Iyer Trio ft. Linda May Han Oh and Tyshawn Sorey

Enrico Intra

Enrico Intra esplora ancora una volta territori espressivi, confermandosi artista mai ripiegato su posizioni di comodo, ma sempre animato dal gusto della scoperta, per la ricerca di strade nuove poco battute, che poi significa materiali inediti per la musica jazz grazie ai quali sfuggire a qualsiasi routin e ai linguaggi generici e già ampiamente storicizzati. Enrico Intra e il suo pianoforte lo sentiremo impegnato a giocare  su materiali forniti dalle canzoni di successo italiane quali, Volare di Modugno, Estate di Bruno Martino ,Papaveri e papere di Panzeri  e altre, naturalmente senza dimenticare che ha inaugurato quel filone particolare consistente nel suonare (nel suo caso improvvisare) sulle immagini di grandi classici del cinema muto, espressionista o delle origini  (ricordiamo i corti di Mèliès  ,Nosferatu  di Murnau, Metropolis  di Lang come esempi principali).  Appare così evidente che intra ha sempre introdotto nel suo mondo sonoro materiali singolari ben lontani da quelli dei maestri americani.

APPUNTO!  ASCOLTIAMOLO OGGI JOUER (come direbbero i francesi) 

IMPROVVISARE SULLA CANZONE ITALIANA.

BUON ASCOLTO

16 Luglio 2022

Teatro D’Annunzio

Vijay Iyer

Descritto dal New York Times come una “coscienza sociale, collaboratore multimediale, costruttore di sistemi, rapsodo, pensatore storico e gateway multiculturale”, il compositore-pianista VIJAY IYER è uno dei principali produttori di musica della sua generazione. I suoi riconoscimenti includono una MacArthur Fellowship, un Doris Duke Performing Artist Award, una United States Artist Fellowship, una nomination ai Grammy e l’Alpert Award in the Arts. Il suo album più recente, una sessione in trio con il batterista Tyshawn Sorey e la bassista Linda May Han Oh intitolato Uneasy (ECM Records, 2021), è stato nominato Best New Music in Pitchfork ed è stato salutato dal New Yorker come “un trionfo dell’interazione tra piccoli gruppi e feconda invenzione”.